Rossi :“UGL presenta alla Raggi un nuovo progetto per Roma

“Dal 22 giugno 2016, data dell’insediamento di Virginia Raggi, Roma ha un nuovo sindaco. Dopo la campagna elettorale e i proclami sulla capitale, ci si aspettava un cambiamento che purtroppo non c’è stato”. A parlare è Ermenegildo Rossi, Segretario Generale dell’ UGL di Roma e Provincia “ Certo – prosegue Rossi – la situazione lasciata dalla giunta di Sinistra era davvero disastrosa, ma a due anni e mezzo di distanza ci si aspettava che su alcuni temi come i rifiuti, l’illegalità commerciale diffusa, la viabilità, i servizi e la sicurezza, ci fosse un miglioramento. Non solo non c’è stato, ma in alcuni casi abbiamo assistito a un peggioramento della situazione.L’intento dell’UGL– prosegue – è di scuotere questa amministrazione, facendo leva sulle forze sane che la compongono. Con diversi assessorati, infatti, si è aperto un dialogo costruttivo, cosa che invece con altri non è mai esistito. Eppure dialogare con il sindacato non solo è corretto istituzionalmente, ma è l’unico modo per avere realmente il polso della situazione e, insieme, superare i problemi nell’esclusivo interesse dei cittadini e dei lavoratori. Avere una Roma deturpata dal degrado non facilita lo sviluppo economico, e con esso il posizionamento di Roma a livello mondiale, la capacità di attrarre investimenti e di conseguenza la stabilità occupazionale. La mobilitazione dell’UGL di giovedì 17 gennaio alle 9 in piazza del Campidoglio non è dunque solo protesta ma anche proposta. Abbiamo preparato un documento dettagliato che vogliamo sottoporre all’attenzione della Sindaca. La concertazione è l’unica via per dare soluzioni ad una città che merita di riconquistare il posto che la Storia le ha assegnato, cioè Capitale della storia del mondo. Fino ad oggi ciò non è accaduto e per questo la UGL di Roma si mobilità il 17 di gennaio in piazza del Campidoglio.