Farmacap, Ugl incontra in Campidoglio l’assessore Lemmetti: «Rimarrà pubblica»

Da cinquequotidiano.it : Ieri, 25 ottobre, si è svolto presso la sala del Carroccio del Campidoglio l’incontro con gli esponenti di Roma Capitale rappresentati dall’Assessore al Bilancio e alle Partecipate Lemmetti e il capo staff alle Politiche Sociali, Avv. Montini.
Nel corso dell’incontro convocato su richiesta delle organizzazioni sindacali firmatarie del protocollo “Fabbrica Roma”, l’Assessore Lemmetti ha rinnovato la volontà di Roma Capitale perché  Farmacap rimanga un’azienda pubblica ed ha confermato che essa, almeno per il momento,  rimane commissariata.
Nei mesi passati  è stata depositata una prima bozza del Piano Industriale ma  ritenuta carente in alcuni passaggi e quindi è stato chiesto di apportare modifiche  migliorative.  E proprio su questo aspetto, gli esponenti della Ugl Ermenegildo Rossi –Segretario Generale dell’Ugl Roma,  Cristiano Bonelli – Ugl Terziario  e Simone Marazziti Rsa di categoria, hanno dichiarato:
“Le parole dell’Assessore Lemmetti hanno finalmente chiarito la posizione dell’Amministrazione capitolina  che fino ad oggi risultava poco chiara. Farmacap rimarrà la società partecipata speciale di Roma Capitale, affermano i sindacalisti.  Da queste dichiarazioni verbali, proseguono, ci aspettiamo ora una serie di atti ufficiali che possano aprire così una nuova stagione basata sull’effettivo rilancio di una realtà importante di Roma come questa.  Abbiamo inoltre ribadito che, solo attraverso un reale processo partecipativo, il nuovo piano Industriale potrà essere completo e rispondente alle vere esigenze dell’Azienda, la condivisione con le  parti sociali sulle linee guida del piano potrebbe essere un vero e proprio valore aggiunto”.
Farmacap è una azienda dalle enormi potenzialità che evidentemente nessuno, tra dirigenti interni e amministratori capitolini,  fino ad oggi, è riuscito a sviluppare e valorizzare al meglio. Ci aspettiamo quindi, concludono gli esponenti della UGL Rossi e Bonelli, un cambio di rotta nel bene dei cittadini romani che ricevono un servizio valutato positivamente dalla maggioranza degli utenti”.